Bachata sensual a Ferrara

Ciao sono Nina, ho 30 anni e sono una donna molto espansiva... Amo il caldo, la trasgressione, il pericolo e il proibito... Sono follemente innamorata della vita e me la godo al 100%!!! Convivo con un uomo fantastico, lui è molto fantasioso, intelligente e spericolato allo stesso tempo... abbiamo tantissime qualità in comune ma anche tantissimi difetti simili l'uno all'altro... Siamo entrambi di origine latine e adoriamo la musica latina, dalla bachata alla salsa, dal samba al tango... Decidiamo di iniziare un corso di ballo a Ferrara, in una scuola molto rinomata, lui conosceva la maestra, mentre io il maestro... iniziamo le lezioni e nei primi mesi facevo un po' fatica a imparare perché erano le mie prime lezioni, mentre lui che aveva già fatto altri corsi e addirittura gareggiato in passato, non ha avuto alcuna difficoltà... Nelle lezioni percepisco che le attenzioni del maestro era rivolta verso me, mentre la maestra vedendo il mio uomo che aveva ingranato bene non lo considerava molto. Inizialmente pensavo che il maestro mi desse tutta questa attenzione perché ero indietro nel corso e voleva soltanto aiutarmi a mettermi pari con il gruppo, quindi nelle lezioni lui prendeva sempre me in mezzo a ballare con lui, poche volte riuscivo a ballare con il mio uomo. Una sera durante la lezione mentre ballavo con il maestro che indossava una tuta da ginnastica morbidissima, sento tra un passo e l'altro un'erezione... ahhh si sentiva benissimo, era cosi grosso... mi arrossisco e sbaglio il passo, lui mi prende al volo più vicino a se e ci ritroviamo faccia a faccia l'uno con l'altro, lui mi sorride, si avvicina al mio orecchio e mi chiede "Sei pronta?" ahhh si ovvio che ero pronta, mi giro di spalla attaccata a lui e scendo con le mani fino a terra inarcando la schiena mentre risalivo e lui mi teneva con una mano dal fianco mentre l'altra mi prendeva dal collo girandomi quando ero completamente ereta... e non ero l'unica ad essere ereta, anche il suo cazzo lo era!!! Nel mentre il mio uomo ci osservava mentre ballava con un'altra allieva della scuola... finito la lezione mentre tornavamo a casa in macchina prima che lui iniziassi a parlare della lezione gli chiedo di accostare, lui esce dalla strada e accosta su un piazzale, appena si ferma inizio a baciarlo aprendogli i pantaloni, tiro la leva del sedile spingendolo più indietro, solevo bracciale in mezzo ai sedile e scavalco il freno a mano finendo sopra di lui, avevo un vestitino rosa cipria, leggermente trasparente e non portavo le mutandine... gli abbasso i pantaloni e mi faccio penetrare dal suo cazzo che era completamente in tiro! Io ero bagnatissima e cosi lo faccio scivolare dentro fino in fondo, mi faccio scopare da lui baciandolo e mordendolo, gli tiravo i capelli e gli succhiavo labbra e lingua... ero cosi vogliosa che dopo poco stavo raggiungendo l'orgasmo, ahhh siiii lui viene insieme a me... una sveltina passionale... torno al mio posto sudata e bagnata... Lui si pulisce e poi mi chiede, questo è per il mastro? Lo guardo cercando nella sua espressione disapprovazione o gelosia, rabbia, delusione... e invece... Nulla... vedevo indifferenza... allora gli rispondo in modo schietto, "si" era per il maestro, "avresti preferito che mi fossi sfogata con lui?", alla mia domanda mi risponde... "Se vuoi..." quanto l'odiavo quando mi lasciava la libertà di scegliere in cose come queste, mai una volta che mi diceva "NO! Sei mia!". Lo percepivo come un sfidarmi... un mettermi alla prova... e allo stesso tempo dubitavo del suo amore per me, come poteva non essere geloso? Come poteva non desiderarmi soltanto per lui... ? Allora decido di accettare la sfida, ma non solo lo tradisco... lo faccio davanti ai suoi occhi... Mi sono sentita con il maestro nei giorni seguenti all'ultima lezione e mi diceva che non vedeva l'ora di rivedermi alla lezione successiva, la settimana dopo... per una settimana ci siamo sentiti tutti i giorni finché il pomeriggio prima della lezione che iniziava alle 20, gli faccio una proposta... Lui voleva scoparmi, io per farmi scopare da lui contratto... in cambio volevo che lo facessi davanti al mio compagno... Lui intimorito mi chiede se ne ero sicura, gli rispondo di si... allora acconsente, cosi siamo andati a lezione, finita la lezione lui saluta gli altri allievi e mentre lo fa chiedo al mio compagno di restare con me che avrei proseguito con una lezione diversa dal solito... Il mio compagno mi ha chiesto perché... lo fa sempre, anche quando la risposta ce l'ha lui stesso, gli rispondo che era perché mi aveva sfidata, perché avevo percepito la sua indifferenza, perciò poteva mettersi seduto e godersi lo spettacolo! Il maestro rialza la musica, io portavo una gonna aderente con una spaccatura indietro e un top con la pancia scoperta... Iniziamo a ballare, più ci tocchiamo più sento la sua erezione, finche lui mi tira su con la figa all'altezza della sua bocca e me la morde da sopra la gonna... ahhhh si... Lui inizia a infilarmi la mano sotto la gonna scoprendo che ero completamente bagnata, mi infila due dita dentro la figa e mi tira verso di se... cazzo quanto godevo... facciamo un passo dopo lui mi fa scendere a terra e con delicatezza mi accompagna fino a farmi sdraiare sul pavimento... Poi mi alza la gonna e mi tira su le gambe buttandosi con la bocca sulla mia figa, me la inizia a leccare e succhiare... mi avrebbe fatto squirtare cosi ed era un casino perché avrei allagato il pavimento... Lo faccio fermarsi, mi giro di scatto e mi metto a pecora, culo di fuori e una inclinazione perfetta della schiena, il mio viso toccava per terra come il mio busto... Lui ci mette solo qualche secondo per tirare fuori il cazzo e piantarmelo dentro in figa! Ahhh siiii cazzo, era enorme, cosi grosso e lungo... mi ha sfondata! Inizia a scoparmi con prepotenza ed io inizio ad ansimare e urlare... Mi giro con il viso verso il lato dove il mio compagno si era messo seduto e lo guardo dritto negli occhi mentre godevo, lui mi tiene lo sguardo e continuiamo a fissarci... qualche minuto dopo il mio compagno tira fuori il suo cazzo e inizia a masturbarsi guardandomi essere scopata dal maestro... lo vedo arrivare all'orgasmo e lo raggiungo anch'io insieme a lui... mentre il maestro... beh lui non è venuto, ed io una volta venuta mi sono rialzata e ricomposta... Gli gho ringraziato per la lezione e salutato con un bacino a metà bocca. Tornata a casa con il mio compagno, lui mi ha raccontato di aver goduto soltanto perché il mio sguardo ero su di lui, mentre io gli ho raccontato di essere venuta soltanto perché lo vedevo venire... Dopo quella esperienza abbiamo capito che entrambi desideravamo soltanto l'uno all'altro ed io ho capito che non era geloso perché si fidava ciecamente di me, mentre lui ha capito che ogni tanto un po' di gelosia serve a tenere attivo il rapporto, come una dimostrazione di interesse... amo essere la sua donna ma amo ancora di più che lui mi faccia sua.

Vota la storia:




Non ci sono commenti

Per commentare registrati o effettua il login

LOGIN
REGISTRATI

Errore

Hai dimenticato la password? Errore
Attendere prego
Registrati ora!